Indietro

Verso la fusione dei comuni

La fusione dei comuni sotto i cinquemila abitanti è un'opportunità sempre più concreta. Per il M5S non si tratta c'è da stabilire come e quando

PITIGLIANO — Si torna a parlare di fusione dei piccoli comuni. Da sempre le piccole realtà territoriali hanno cercato la via per integrare il territorio e ottimizzare le opportunità, ma ad oggi c'è da rendere la questione concreta.

"In ambito politico sovra-comunale stanno ultimando i preparativi per accorpare numerosi comuni, tra cui i nostri.- commenta il Movimento 5 Stello di Pitigliano - I governi di Regione e Stato hanno impresso una forte accelerazione sulle fusioni". 

Non è un mistero, inoltre, che il M5S ha nel suo programma nazionale la fusione dei comuni al di sotto dei 5000 abitanti, non fanno eccezione i gruppi di Pitigliano e Sorano che da tempo hanno analizzato i dati circa le opportunità che si possono cogliere in sede di fusione.

"Crediamo che per storicità, territorio, morfologia, collegamenti, servizi connessi, geologia e ambiente già oggi le nostre comunità rappresentino un unicum naturale, la cui grandezza risieda nel nostro enorme potenziale rurale, turistico, naturalistico ed artigianale. - proseguono - Quale strada intraprendere quindi, e quali possibilità abbiamo?"

Ma cosa significa fusione dei comuni? Se da un lato è possibile fondere bilanci e amministrazioni, dall'altro è possibile intraprendere una strada per intercettare incentivi economici e liberalizzazioni contabili.

"Ci appare lampante che, sebbene qualcuno possa essere contrario di principio ad una operazione come questa, d'innanzi ad uno scenario già deciso e definitivo da Stato e Regione la scelta imporrebbe quantomeno il buon senso. - chiarisce il Movimento - Non si tratta infatti di se, ma solo di quando, oggi infatti paghiamo le conseguenze dell'incapacità politica dei nostri amministratori, che non hanno avuto la forza di far funzionare l’unione dei comuni, ente ormai alla deriva, così per colpa loro ci ritroviamo con una fusione forzata all'orizzonte".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it